Vai al contenuto

2023, “Anno internazionale del miglio”, scopritelo con noi in diverse ricette

A dicembre del 2022, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU) ha adottato una risoluzione che dichiara il 2023 “Anno internazionale del miglio” (in inglese, International Year of Millets, IYM 2023). L’obiettivo è quello di riscoprire questo antico cereale, e diffondere le sue proprietà e caratteristiche, per riproprorre la sua coltivazione nella lotta contro la fame e il cambiamento climatico.

Il miglio, un cereale molto antico e facile da coltivare

Le piante di miglio sono molto antiche; si trovano tra i primi vegetali che sono stati scoperti e coltivati dall’uomo. Sono piante molto resistenti a condizioni climatiche avverse e contengono molti nutrienti (le proprietà nutritive del miglio sono maggiori del grano e del riso). Pertanto costituiscono un ottimo alleato nella lotta contro la fame. Al momento il miglio rappresenta meno del 3 per cento del commercio globale di cereali, ed è per questo che l’ONU ha dedicato il 2023 alla sua conoscenza e diffusione, perché potrebbe essere un elemento molto utile per combattere la malnutrizione e i problemi delle coltivazioni dovuti alla siccità.

Caratteristiche e proprietà del miglio

Il miglio è un cereale di coltura tradizionale per milioni di agricoltori nell’ Africa subsahariana e in Asia. E’ una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle graminacee. Rientra nel raggruppamento dei cereali minori. Ne esistono diverse varietà che cresono in diverse zone del Globo. Alcune sono: fonio, sorgo (o miglio grande), teff, kodo (miglio indiano), barnyard, miglio piccolo, browntop, finger e Guinea. Le piante di miglio possono crescere su terreni poveri con poca acqua e fertilizzanti; resistono bene anche a malattie e parassite e così con la loro coltivazione si evita l’utilizzo di pesticidi.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Il miglio è adatto anche ai soggetti celiaci e diabetici e contiene fibre, antiossidanti, proteine e minerali (tra i quali spicca il ferro).

Adatto per produrre birra e per sfamare gli animali

La polvere e i grani di miglio non servono soltanto come alimento per gli esseri umani poiché il cereale viene utilizzato anche per la produzione di birra e per sfamare gli animali, trasformandolo a volte in farina. Inoltre, il miglio contiene molti lipidi e pertanto può essere coltivato a lungo.

Il miglio in cucina

Il miglio può essere consumato come qualunque altro cereale (farro, riso, bulgur o cous cous). Ad esempio, cotto in acqua bollente per circa 20 minuti (dopo essere stato decorticato), può essere utilizzato per realizzare un primo piatto completo, abbinandolo a verdure, pollo o pesce, aromi e spezie. Con il miglio si possono anche preparare insalate di verdure e legumi, zuppe, polpette e burger vegetali.

Alcune ricette con il miglio:

Miglio alle verdure

Minestrina di miglio con carote e fiori di zucca

Melanzane ripiene con miglio

Insalata di miglio con tonno e pomodorini

Polpettine di miglio, verdura e curcuma

Continua dopo gli annunci…

Curiosità

Nella medicina tradizionale cinese il miglio è considerato un alimento tiepido, meno riscaldante dell’avena. Il suo contenuto in lecitina e colina lo rende adatto alle persone sedentarie, a chi esegue lavori intellettuali e ai convalescenti, così come alle donne in gravidanza.

2 commenti su “2023, “Anno internazionale del miglio”, scopritelo con noi in diverse ricette”

  1. Grazie di ❤️ x le preziose ricette salutari che mi inviate?!!!
    Vi ADORO!!! ❤️❤️❤️❤️🎉🎉🎉
    VI SEGUO OGNI GIORNO 🎈🎊🎈🎊😍🥂🍾

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.