Vai al contenuto

Addio all’utilizzo del BMI come indice di massa corporea

Vi siete sempre affidati al metodo del BMI (indice di massa corporea) per stabilire se il vostro peso è adeguato alla vostra corporatura? Invece, i parametri del BMI non devono essere più considerati affidabili da quando, nell’estate del 2023, l’American Medical Association (AMA), attraverso il Council on Science and Public Health Report ha stabilito che bisogna rivedere la normativa sul Body Mass Index, e di conseguenza la creazione di nuove regole di utilizzo in ambito medico. Vediamo in che cosa consiste questo ragionamento.

Il BMI come parametro di misura per stabilire la salute delle persone

Il BMI, o indice di massa corporea, è un parametro che serve a valutare il rapporto tra il peso e l’altezza di una persona. Si calcola dividendo il peso in chilogrammi per il quadrato dell’altezza in metri. Il risultato indica se una persona è normopeso, sottopeso, sovrappeso o obesa.

Il BMI è un indicatore semplice e rapido, ma non tiene conto di altri fattori che influenzano la composizione corporea, come l’età, il sesso, la massa muscolare e la massa grassa. Per questo motivo, il BMI può essere impreciso o fuorviante in alcuni casi, come per gli atleti, i bambini, gli anziani e le donne in gravidanza.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Se volete calcolare il vostro BMI, potete usare questa formula:

BMI= peso diviso altezza al quadrato. Il peso è espresso in kg, mentre l’altezza in metri.

Calcolare il peso ideale con il BMI

Se volete sapere qual è il vostro peso ideale in base al vostro BMI, potete usare questa tabella:

CategoriaBMIPeso ideale
Sottopeso< 18.5Aumentare il peso
Normopeso18.5 – 24.9Mantenere il peso
Sovrappeso25 – 29.9Diminuire il peso
Obesità>= 30Diminuire il peso
Tabella BMI
obesità
obesità

Gli altri fattori da includere nella valutazione della salute

Il BMI, indice di massa corporea, non sarà più il solo metro di misura per stabilire la salute delle persone. A spingere la delegazione verso una revisione della normativa sul Body Mass Index, è stato l’anacronismo storico e culturale dell’indice che, formulato per la prima volta nel 1832 per trovare un metodo di valutazione dell'”uomo bianco medio, ha promosso a lungo un approccio non inclusivo alla valutazione delle condizioni di salute di gruppi disomogenei di persone.

Continua dopo gli annunci…

La nuova direttiva entrata in vigore nell’estate 2023

Considerato obsoleto e razzista, la nuova direttiva entrata in vigore a metà giugno stabilisce dunque che il BMI venga usato dalla comunità medica a integrazione di altri valori di rischio, come ad esempio la misurazione del grasso viscerale, l’indice di adiposità corporea, la massa grassa relativa, le circonferenze e i fattori genetici e metabolici. Una novità di grande significato per garantire la miglior cura a ogni individuo, sia esso a rischio di obesità o di anoressia, e migliorare la salute mentale di chi, per anni, ha sempre fatto riferimento a questo numero anche per le auto diagnosi che, come conferma la nuova policy dell’AMA, va sempre evitata in favore di un parere medico esperto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.