Vai al contenuto

Arnica, una perfetta alleata contro il dolore: provare per credere!

Arnica, una pianta “solare”

L’Arnica montana è una pianta originaria dell’Europa. Si trova anche nel sud della Russia e nell’Asia centrale; è una pianta perenne e appartiene alla famiglia delle Asteraceae (Compositae). L’arnica cresce in terreni poveri ad altitudini comprese tra i 500 e i 2000 metri sul livello del mare. La pianta di arnica presenta un fusto eretto e poco ramificato, che può raggiungere i settanta centimetri di altezza.

Dell’arnica si utilizzano principalmente i fiori essiccati da cui è possibile ottenere diversi estratti. Per alcune preparazioni è possibile utilizzare le foglie raccolte prima della fioritura (che vengono essiccate), le radici e i fusti essiccati.

Le proprietà dell’arnica

L’arnica è nota per le sue proprietà, soprattutto per uso esterno. In particolare, i principi attivi contenuti nell’arnica (flavonoidi, triterpeni, l’elenalina e olio essenziale) le conferiscono proprietà antinfiammatorie, antiecchimotiche (rallenta la diffusione del sangue nei tessuti adiacenti ad una contusione), antimicrobiche, analgesiche (antidolorifiche).

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

La cura naturale più diffusa ed efficace dell’arnica è quella antinfiammatoria; l’arnica agisce contro traumi, contusioni, edemi e reumatismi. Può essere assunta sotto forma di pomata, ma anche di unguento, olio e tintura madre.

I Benefici dell’arnica

L’estratto di arnica apporta benefici in presenza di infiammazioni e aiuta a ridurre il dolore e l’edema. I prodotti di uso esterno di preparazioni a base di arnica sono indicati per riassorbire gli ematomi conseguenti a contusioni e distorsioni e per contrastare i dolori muscolari e articolari. Inoltre, l’arnica apporta benefici anche in caso di faringitiinfiammazioni alle gengivepiorrea ed è utile per trattare l’acnepunture di insetto, labbra screpolate ed emorroidi.

Oltre a essere un’ottima alleata degli sportivi, l’arnica serve ad alleviare il mal di schiena e i disturbi del ciclo mestruale. Inoltre, può apportare benefici in caso di dolori muscolari e affezioni della pelle, gola e mucose. Non di meno, l’arnica si usa in erboristeria anche per preparare tonici per capelli e trattamenti anti-forfora

Come usare l’arnica

L’arnica si utilizza esternamente sulla pelle. Se si rende necessario usarla per risciacqui della bocca o gargarismi si può usare l’infuso. Per la preparazione, bisogna mettere un cucchiaino di fiori essiccati in acqua calda oppure un cucchiaio di tintura madre di arnica diluita in mezzo litro d’acqua.

Per i massaggi sono impiegati gel di arnica, creme, unguenti o oli essenziali ottenuti tramite la macerazione dei fiori in olio vegetale.

Continua dopo gli annunci…

Controindicazioni dell’arnica

Se intendete assumere integratori a base di arnica è meglio che chiediate consiglio al vostro medico, perché potrebbe interferire con medicinali che rallentano la coagulazione del sangue (anticoagulanti e antiaggreganti) e con altri farmaci. Di fatto, la pianta è considerata velenosa e pertanto, è necessario assicurarsi che il prodotto che si intende consumare per via orale è sicuro.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.