Vai al contenuto

Benefici dei fichi d’India: il frutto di settembre

I fichi d’India rappresentano al meglio la frutta di stagione del mese di settembre. Scopri tutti i benefici di questo delizioso frutto.

Scopri i fichi d’India

I fichi d’India sono frutti che, nonostante il loro nome, provengono dalle Americhe e sono anche conosciuti come fichi barbari o delle Indie. Oggi sono presenti in ogni parte del mondo e la pianta da cui provengono è il cactus Opuntia. L’aspetto del frutto è caratterizzato da un colore che può variare dal giallo al rosso e ha un sapore notoriamente dolce, con grandi proprietà nutritive in grado di donare molti benefici. È proprio a settembre che questo frutto raggiunge il suo apice, per quanto riguarda la maturità e il sapore, ecco quindi perché non puoi perdere l’occasione di mangiarli e approfittare di tutte le sue eccellenti qualità benefiche.

Bisogna però aggiungere che, nonostante le tante qualità dei fichi d’India, ci sono aspetti che è ben tenere a mente come per esempio la difficoltà nello sbucciarli e la possibile presenza di semi al loro interno, inoltre si tratta di un frutto a cui si potrebbe essere allergici quindi è consigliato un consumo moderato per evitare eventuali problemi.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Benefici dei fichi d’India

I fichi d’India contengono grandi quantità di minerali e vitamine come la vitamina C e B. La vitamina C è nota per essere importante nel miglioramento del sistema immunitario, mentre i minerali si rivelano essenziali per la salute muscolare e cardiaca. Le fibre contenute nei frutti sono in grado di migliorare la digestione e ridurre i rischi di stitichezza. Inoltre, le fibre, sono in grado di donare una sensazione di sazietà e di conseguenza controllano l’appetito. Questo potere fa sì che si mangi di meno e sia più facile perdere i chili in eccesso.

Gli antiossidanti, presenti in grandi quantità all’interno dei fichi d’India, hanno il potere di ridurre l’infiammazione, di proteggere il cuore da malattie cardiovascolari e di ridurre i danni causati dai radicali liberi, migliorando quindi la salute della pelle. Il potassio invece aiuta a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna e ridurre i rischi di ipertensione. Anche il diabete di tipo 2 trova un valido rivale nei fichi d’India, e questo è possibile proprio grazie alla presenza delle grandi quantità di fibre presenti, in quanto regolano i livelli di zucchero nel sangue.

Continua dopo gli annunci…

C’è anche molta acqua e questa è in grado di idratare l’intero organismo, specie se si considera il caldo del mese di settembre. La presenza di vitamina A ha la capacità di salvaguardare la salute degli occhi, oltre a prevenire l’insorgere di problemi alla vista. Alcuni composti naturali che si trovano all’interno dei fichi d’India hanno proprietà antinfiammatorie che possono contribuire a ridurre le infiammazioni croniche nel corpo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.