Vai al contenuto

Gli incredibili benefici dell’origano (alcuni non te li aspetti)

L’origano è una delle spezie più amate dagli italiani. Chi non ha mai assaggiato una pizza marinara con abbondante aglio e origano, oppure una croccante bruschetta con olio e origano come se piovesse? Ma sapevate che, oltre al gusto, ha moltissimi benefici?

Le proprietà dell’origano

Tra le proprietà dell’origano, spiccano quelle:

  • curative, in quanto le foglie sono ricche di Fenoli e influiscono positivamente nel ciclo della digestione;
  • antispasmodiche, in grado di diminuire i movimenti anormali dei muscoli;
  • antisettiche, capace di combattere le infezioni;
  • vermifughe, in grado di uccidere o eliminare i parassiti intestinali;
  • analgesiche, per calmare e lenire il dolore;
  • espettoranti, in grado di espellere il muco dalle vie respiratorie.

L’origano favorisce la secrezione dei succhi gastrici, perciò è un ottimo decotto o infuso dalle proprietà digestive. Alcuni studi hanno anche dimostrato che ha proprietà antiossidanti, specialmente quando racchiuso nell’olio essenziale, motivo per cui elimina i radicali liberi e le tossine accumulate all’interno dell’organismo. Nell’origano troviamo anche sali minerali quali magnesio, calcio, potassio, ferro, sodio, fosforo e le vitamine del gruppo A, B, C, D, E e K.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Insomma, in una dose piccolissima è possibile reperire elementi essenziali per il buon funzionamento dell’organismo.

Da leggere: Le piante aromatiche, 0 calorie piene di sapore e benessere: le 5 più famose da coltivare in casa!

Come utilizzare l’origano

L’origano, come qualsiasi pianta aromatica, deve essere sempre usato nelle dosi giuste onde evitare effetti collaterali. In dosi eccessive, infatti, è irritante nei confronti delle mucose. Gli esperti consigliano di utilizzarlo sempre fresco, quando il colore è di un verde brillante e le fioriture non sono schiuse. L’origano fresco ingiallito o con tracce di muffa deve essere gettato via, mentre invece l’origano secco non dovrebbe avere un colore troppo scuro. Per consumarlo, è possibile insaporire carne, pesce, formaggi freschi, zuppe, minestre, salse e ripieni. L’origano è sempre buono, ma il consiglio è di provarlo sulla carne alla pizzaiola, sulla mozzarella o nella più classica delle bruschette all’italiana.

Continua dopo gli annunci…

Alcuni preferiscono utilizzare l’olio essenziale con estratto di origano, ma gli esperti raccomandano di utilizzarlo sempre con moderazione nei casi in cui il soggetto soffra di dermatite o eritemi, in quanto l’olio è particolarmente irritante per la cute. Anche coloro che soffrono di gastrite o ulcera dovrebbero evitarlo. Nel caso ti interessasse usare l’olio essenziale, essendo altamente concentrato, usalo solo esternamente oppure diluito in un bicchiere d’acqua (una o due gocce al massimo) per uso interno. Puoi anche metterlo nel tè o nel miele, ma mai nel latte.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.