Vai al contenuto

Come ci difende dai batteri il nostro naso?

Sapete, vero, che il nostro naso ci difende dai batteri? Anche questo, come vi abbiamo raccontato quando vi abbiamo parlato della tiroide, è un organo piccolo ma molto importante per noi perché è uno degli organi principali del sistema respiratorio e svolge un ruolo fondamentale nella difesa del nostro organismo dai batteri e da altre particelle indesiderate presenti nell’aria.

Alcune strategie del naso per difenderci dai batteri

Le ciglia e i peli del naso catturano il polline

All’interno delle cavità nasali, ci sono piccoli peli chiamati ciglia che svolgono un ruolo importante nella difesa dai batteri: catturano le particelle di polvere, polline e batteri presenti nell’aria inalata, insieme alle ghiandole presenti nel rivestimento del naso, tramite il muco che producono. Il muco e le ciglia lavorano insieme per spingere verso l’esterno le particelle intrappolate

L’ossido nitrico antimicrobico uccidono i batteri

Il rivestimento interno del naso contiene cellule che producono ossido nitrico, che contiene proprietà antimicrobiche e riesce a uccidere molti tipi di batteri presenti nell’aria.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

L’aria che respiriamo respinge i batteri

La funzione di respirare attraverso il naso aiuta a creare un flusso d’aria che può allontanare i batteri presenti nelle vie respiratorie superiori

Le cellule immunitarie distruggono i batteri

All’interno del naso si trovano diverse cellule immunitarie (come i macrofagi) responsabili di inglobare e distruggere i batteri che si trovano nel rivestimento del naso.

Lo studio recente sugli esosomi

Oggi vi vogliamo informare su quello che hanno scoperto gli scienziati all’ospedale universitario Eye and Ear del Massachusetts relativamente al meccanismo di difesa del nostro naso contro i patogeni: in sostanza, le cellule dell’epitelio nasale rilasciano delle vescicole, che si chiamano esosomi e che contengono enzimi che uccidono come gli antibiotici.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology, rivela che le cellule dell’epitelio nasale, soprattutto quelle della parte anteriore, sono come i soldati in trincea, la nostra prima difesa.

Il Mass eye and ear Hospital,  Massachusetts

L’ospedale Mass Eye and Ear

Come abbiamo detto, il naso produce muco grazie al quale i microrganismi vengono inglobati e neutralizzati. Ma perché il muco poi viene spinto verso il fondo del naso per essere deglutito invece di venire espulso? Perché nel muco si trovano tracce di proteine delle cellule nasali?

La ricerca sugli effetti del primo contatto con i batteri

I ricercatori sono partiti da interrogativi molto semplici per sviluppare la loro ricerca. Hanno utilizzato campioni di tessuto nasale prelevati da pazienti per ottenere cellule da coltivare in laboratorio e su cui fare esperimenti. Quello che hanno accertato gli scienziati è che entro i primi 5 minuti dal contatto con i batteri si attiva un meccanismo di risposta immunitaria innata che stimola il rilascio di milioni di esosomi,

Anche se di fatto gli esosomi vengono rilasciati normalmente nel muco, quando l’organismo si sente aggredito, reagisce espellendo un numero doppio di vescicole.

A cosa servono gli esosomi rilasciati dalle cellule nasali?

Gli scienziati sostengono che gli enzimi all’interno delle vescicole svolgono un’attività antimicrobica  paragonabile a quella degli antibiotici. Ed è così che le proteine, disperse nel muco, uccidono i batteri. 

Secondo i risultati della ricerca, gli esosomi possono raggiungere le cellule che si trovano nelle vie aeree e rilasciano informazioni per consentire loro di predisporre la difesa.

Quando il meccanismo della strategia difensiva , ancora da analizzare, sarà stato compreso, potranno essere predisposti esosomi artificiali che aiuteranno i farmaci ad agire in profondità nelle vie respiratorie.

Continua dopo gli annunci…

Avete visto quanto complesso è il nostro naso? Ora non vi offenderete più se qualcuno vi chiama “ficcanaso”. E’ uno strumento importantissimo per il benessere!! Giusto non trascurarlo!

2 commenti su “Come ci difende dai batteri il nostro naso?”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.