Vai al contenuto

Come eliminare gli zuccheri dalla dieta senza impazzire?

TikTok si conferma la piattaforma dei trend, anche nel campo del benessere. Ora è il momento dell’eliminazione degli zuccheri dalla propria alimentazione. Scopriamo cos’è questa nuova tendenza che sta spopolando sui social.

sugar detox

Perché eliminare gli zuccheri

L’eliminazione dello zucchero dalla propria dieta, o almeno la riduzione dei quantitativi assunti, può portare a numerosi benefici per l’organismo. I nutrizionisti lo dicono da tempo immemore, a tutti è stato detto almeno una volta di evitare di mangiare troppi dolci, il problema era farlo. Eppure eliminare gli zuccheri comporta un maggiore equilibrio dell’umore, una riduzione degli attacchi di fame nervosa, una gestione del peso più efficace e un minor rischio di sviluppare il diabete. La tendenza virale su TikTok della #sugardetoxchallenge riflette questa consapevolezza, con persone che si impegnano a disintossicarsi dallo zucchero.

Disintossicarsi è la parola esatta, in quanto chi assume tanto zucchero ne diventa dipendente ed è difficilissimo separarsene. Rinunciarvi può essere una sfida, specialmente all’inizio, soffrendo di vere e proprie crisi di astinenza. L’obiettivo è evitare l’effetto rebound, ovvero rischiare di consumare ancora più zucchero di prima, per fare ciò serve una strategia ben definita.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Gli effetti degli zuccheri sull’organismo

Obesità

Gli zuccheri aggiunti, spesso presenti in alimenti trasformati come dolci e bevande zuccherate, contribuiscono all’eccesso calorico e all’accumulo di grasso corporeo, aumentando il rischio di obesità. L’obesità, a sua volta, è associata a una serie di problemi di salute, tra cui malattie cardiache, diabete di tipo 2 e disturbi metabolici.

Diabete di tipo 2

L’eccessivo consumo di zuccheri può portare a picchi di zucchero nel sangue, stimolando il pancreas a produrre più insulina per abbassare i livelli di glucosio. Nel tempo, ciò può portare a una ridotta sensibilità all’insulina e alla resistenza insulinica, aumentando il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Malattie cardiache

Un’elevata assunzione di zuccheri può influenzare i livelli di lipidi nel sangue, aumentando i trigliceridi e riducendo il colesterolo “buono” (HDL), favorendo così lo sviluppo di malattie cardiache.

Salute dentale compromessa

Gli zuccheri alimentano i batteri nella bocca, causando la produzione di acidi che danneggiano lo smalto dei denti e aumentano il rischio di carie dentali.

Dipendenza

Gli zuccheri possono attivare i centri di piacere nel cervello, creando una sorta di dipendenza psicologica e portando a un desiderio costante di cibi dolci.

Fluttuazioni dell’umore e disturbi del sonno

Il consumo eccessivo di zuccheri può causare fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue, provocando picchi e cali improvvisi di energia che possono influenzare l’umore e interferire con la qualità del sonno.

La strategia per eliminare gli zuccheri

Per iniziare a ridurre gli zuccheri e migliorare il benessere complessivo si deve cominciare per piccoli gradi ed effettuare modifiche minime ma significative, come l’eliminazione del dolcificante dalle bevande abituali, come caffè e tè. In seguito si dovrà fare la spesa in modo ponderato, evitando quei sughi o quei preparati ricchi di zuccheri nascosti, a tal proposito leggere sempre le etichette. L’introduzione di erbe aromatiche e spezie, come cannella, zenzero e curcuma, non solo conferisce sapore ai piatti, ma può anche contribuire a contenere il desiderio di dolci.

Ad esempio cucinare un pancake e aggiungere della cannella al posto dello zucchero è un ottimo modo per diminuire la dose giornaliera senza fare sacrifici.

Per fronteggiare gli eventuali momenti di voglia di dolce, è possibile adottare alternative salutari come lo yogurt naturale arricchito con dolcificanti come la stevia, il succo d’acero o il miele, che offrono quel gusto in più senza scomodare gli zuccheri raffinati. Il passo successivo potrebbe essere quello di eliminare o ridurre il consumo di cibi confezionati o bevande zuccherate.

Continua dopo gli annunci…

L’importante è non fare mai tabula rasa, cioè togliere lo zucchero dall’oggi al domani. Non è mai utile e si corre il rischio di avere un effetto contrario, ovvero ritornare punto e a capo nel giro di pochissimi giorni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.