Vai al contenuto

Dimagrire sulla pancia: la scienza risponde con 5 consigli essenziali!

La pancetta è sempre una delle zone più difficili su cui lavorare. Anche con una buona dieta, potrebbe sempre restare gonfia e in grado di rendere disarmonica la figura. Cosa fare? La scienza suggerisce questi metodi.

Mangiare più fibre

Tutti gli alimenti che contengono un alto contenuto di carboidrati raffinati e zucchero non appianano la fame, ma ne generano ancora di più. In poche parole si crea un loop infinito. Al contrario i cibi ricchi di fibre – come pane integrale, avena, legumi, frutta e verdura, riempiono a lungo e rallentano la digestione.

Mangiare grassi sani

Chi lo ha detto che non bisogna mangiare grassi? Esistono due tipi di grassi: saturi e insaturi. Gli acidi grassi insaturi sono reperibili in alimenti come olio d’oliva, noci, avocado, pesce grasso e uova. Questi aumentano la sazietà e apportano molti benefici per la salute. Che si dia spazio agli avocado toast oppure al salmone due volte a settimana. Basta non esagerare con le quantità, perché sono cibi molto ricchi di calorie.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Come allenarsi?

Per chi non segue una routine fissa di esercizio fisico, camminare è il primo step verso salute e dimagrimento. Non bisogna iniziare con chissà quante ore o programmi sfiancanti, si dovrà iniziare con pochi minuti a piedi, aumentando pian piano la durata. Fare troppo (e troppo velocemente) è deleterio, oltre che essere pressoché inutile. In questo modo ci si stanca anche subito, abbandonando presto questo buon comportamento.

Per smaltire il grasso sulla pancia e ottenere risultati a lungo termine, è importante anche eseguire un allenamento per la forza di tutto il corpo poiché il muscolo è metabolicamente attivo. Ciò significa che allenandolo, si continueranno a bruciare calorie anche dopo l’allenamento. Infine, come dimenticare gli addominali?

Ne bastano tre o quattro sessioni alla settimana, in giorni non consecutivi, con almeno 24 ore di riposo tra una sessione e l’altra. Risultato assicurato.

Niente alcool

Si sa, per dimagrire è d’obbligo eliminare tutte le bevande zuccherate, ma non solo: anche limitare l’alcol è importante. L’alcool ha infatti tantissime calorie e può stimolare anche l’assunzione di cibo. «Il binge drinking può sovraccaricare il fegato. Il fegato quindi dà la priorità all’elaborazione dell’alcol rispetto ad altri nutrienti e quindi immagazzina proteine, carboidrati e grassi come grasso nel corpo», spiega la dottoressa Ansari.

Continua dopo gli annunci…

Evita zuccheri semplici

I carboidrati semplici (biscotti, pane bianco, cereali, ecc) si convertono in zucchero nel corpo e alterare l’equilibrio della glicemia. Il peggio è che alcuni alimenti contribuiscono all’infiammazione corporea, che è uno dei principali fattori di rischio per l’accumulo di grasso addominale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.