Vai al contenuto

Hockey subacqueo, per non farsi mancare l’acqua anche in inverno

Con la fine dell’estate qualcuno può sentire la mancanza della serenità ritrovata durante le vacanze, ed essere affetto dell’Agosto Blues, di cui abbiamo già parlato. Tuttavia, si trovano anche opzioni interessantissime nelle stagioni più fredde per non farsi mancare nulla di ciò che ha caratterizzato la gioia dell’estate. Ad esempio, si riscopre il piacere di ricevere gli amici in casa, delle passeggiate al freddo spezzate da una sosta “calda” in rifugio, e dello sport al chiuso quando non è praticabile all’aperto.

Oggi vi vogliamo parlare di uno sport acquatico non molto noto che si pratica in piscina e che non fa rimpiangere i bagni estivi. Si tratta del hockey subacqueo. Lo conoscete?

Per approfondire:

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Siete affetti da Agosto Blues? In cosa consiste?

In che cosa consiste l’hockey subacqueo?

L’hockey subacqueo è una variante dell’hockey che si pratica in apnea sul fondo di una piscina. Si gioca con una mazza corta, un disco pesante e una calottina protettiva. Le squadre sono composte da sei giocatori in acqua e quattro riserve. L’obiettivo è fare gol nella porta avversaria, che è larga tre metri e adagiata sul fondo. Il gioco richiede abilità, resistenza e coordinazione.

Hockey subacqueo
Hockey subacqueo

Le origini dell’hockey subacqueo

L’hockey subacqueo è nato in Inghilterra nel 1954 e si è diffuso in molti paesi del Commonwealth, come Australia, Sud Africa e Nuova Zelanda. In Italia, le prime squadre sono nate a Bologna nel 1998 e ora ci sono diverse realtà in diverse città, come Torino, Roma, Trieste e Cagliari. In Italia questo sport si trova sotto la Federazione FIPSAS. La federazione internazionale di hockey subacqueo è la CMAS (Confédération Mondiale des Activités Subaquatiques), che organizza campionati mondiali ed europei.

Le regole del gioco, facili

Niente bombole. Il disco non galleggia. E l’arbitro non è un palombaro. Di fronte a questo sport i dubbi si accavallano. Ma per praticare l’hockey subacqueo, garantiscono i giocatori, basta avere fiato e una buona capacità di concentrazione. Le regole di una partita, infatti, sono piuttosto semplici.

L’attrezzatura, completa per la piscina

L’attrezzatura è composta da pinne, maschera, boccaglio, calottina protettiva da pallanuoto, un guanto di gomma, una mazzetta di legno o altro materiale galleggiante di circa 30 cm di lunghezza e forma prestabilita (v. Regolamento CMAS-FIPSAS), un guanto di silicone o lattice che protegge la mano che impugna la mazza, un dischetto di metallo rivestito di plastica dal peso 1,3 kg, di forma simile a quello da hockey su ghiaccio.

Il campo, quello delle piscine

L’hockey si pratica in piscina, la dimensione del campo quindi è quello delle normali piscine: 25 m di lunghezza per 12-15 di larghezza, con una profondità compresa tra i 1,80 e i 3 metri circa. Le porte sono larghe 3 metri, adagiate sul fondo della piscina.

Le partite durano 30 minuti, divisi in 2 tempi da 15 minuti. Le squadre sono composte da 10 giocatori: 6 in acqua e 4 riserve, che sono posizionate in acqua ai lati del campo in una apposita zona; le sostituzioni sono volanti (come nell’hockey su ghiaccio), quando un giocatore entra nel pozzetto del cambio il sostituto può entrare in acqua.

Come abbiamo accennato, l’obiettivo del gioco è quello di fare goal con il disco nella porta avversaria, esattamente come un qualsiasi altro sport di squadra, cercando di superare i giocatori avversari. Il gioco si fa in apnea, risalendo per respirare e reimmergendosi per poter partecipare al gioco.

Arbitraggio, 3 arbitri

Gli arbitri sono 3: un capo arbitro è posizionato fuori dall’acqua ed ha un interruttore che azione una segnale sonoro, e altri 2 (nelle competizioni mondiali sono 3) sono in acqua. Quando un arbitro rileva una infrazione, viene segnalata al capo arbitro che interrompe il gioco.

Continua dopo gli annunci…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.