Vai al contenuto

I cibi per il cervello: consigliati da Harvard!

Cerchi cibi che possano stimolare le funzioni cerebrali? Affidati allo studio condotto da Harvard e scopri quali sono i migliori cibi.

Verdure a foglia verde

Tutti i medici raccomandano sempre di mangiare verdure a foglie verdi e non si tratta di consigli dati a caso. Le ricerche suggeriscono infatti che questi alimenti sono in grado di rallentare il declino cognitivo.

Le verdure a foglia verde come spinaci, bietole, cavolo riccio, lattuga, rucola e prezzemolo, sono densamente nutrienti. Rappresentano una fonte eccellente di vitamine A, C e K, minerali e antiossidanti. Si tratta di sostanze davvero importanti per tutto l’organismo e per molteplici processi fisiologici.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Pesce grasso: un toccasana per il cervello

Pesci grassi come salmone, sgombro, tonno e aringa dispongono di alte dosi di grassi omega 3 che possono essere di grande aiuto all’organismo, inoltre sono molto ricchi di proteine. Queste ultime sono importanti per la crescita dei tessuti, la formazione di enzimi e ormoni, e per il mantenimento della massa muscolare.

Questo alimento è anche ricco di vitamine e minerali, ad esempio, è una fonte di vitamina D, B12, selenio e iodio. La vitamina D è importante per la salute delle ossa, mentre la vitamina B12 è fondamentale per la formazione dei globuli rossi e il corretto mantenimento del sistema nervoso.

Tè e caffè

Il te porta numerosi benefici tra cui un apporto cospicuo di antiossidanti (soprattutto quello verde e quello nero) che aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi con un conseguente rallentamento dell’invecchiamento cellulare. Inoltre aumenta e migliora le funzioni cognitive in quanto contiene una certa quantità di caffeina e altre sostanze che sono in grado di migliorare la concentrazione.

Anche il caffè apporta tutta una serie di benefici che è importante conoscere. La caffeina è uno degli stimolanti più potenti che esistono in natura: migliora l’attenzione, riduce la stanchezza, dona energia e aiuta le prestazioni fisiche. Anche la memoria può trarre benefici dal consumo di caffeina, così come tutte le altre funzioni cognitive.

Frutti di bosco

Mangiare frutti di bosco, come fragole, mirtilli, lamponi e more, offre diversi benefici per la salute. Infatti alcune ricerche dimostrano che i frutti di bosco possono aiutare la migliorare l salute del cervello. Gli antiossidanti e i composti fitochimici presenti migliorano il funzionamento delle cellule del cervello, inoltre proteggono le cellule nervose.  Uno studio del Brigham and Women’s Hospital di Harvard ha dimostrato come, in un campione di donne, il consumo di due o più porzioni di frutti di bosco settimanali, avesse ritardato il declino della memoria fino a 2 anni e mezzo.

Continua dopo gli annunci…

Noci

Mangiare noci (di diversa origine e qualità) offre numerosi benefici per la salute in quanto contengono grandi quantità omega-3 e 6, vitamine, tra cui E e B e minerali. Questi migliorano diversi processi fisiologici e aiutano la salute in generale. I grassi omega riducono l’assorbimento del colesterolo LDL, migliorano il funzionamento dell’apparato circolatorio, con conseguente miglioramento della salute cardiovascolare. Gli antiossidanti sono i responsabili del rallentamento dell’invecchiamento cellulare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.