Vai al contenuto

Il finocchio marino, un’alofita gourmet che non ti aspetti

Vi capita, quando andate al mare, di fare lunghe passeggiate sulla spiaggia? Vi piacciono le scoperte? Siamo nella giusta stagione per scoprire una pianta che cresce spontaneamente nelle nostre coste, ricca di gusto e di proprietà: il finocchio marino.

Il finocchio marino, che pianta è?

Il finocchio di mare è una pianta aromatica e commestibile che cresce sulle rocce e sui moli delle zone costiere mediterranee. Noto anche come crithmum maritimum o “asparago di mare”, il finocchio marino ha proprietà digestive, coleretiche e vermifughe. Si usa in cucina per condire il pesce, la pasta, la pizza e altri piatti. Ha un sapore simile al finocchio selvatico, ma più intenso e salato.

Finocchio marino

Del resto, noi vi abbiamo già parlato a saniebelli delle piante alofite, nello specifico della barba di frate, ma non ci stancheremo mai di parlarvene, perché sono piante molto resistenti che crescono libere nella natura con molteplici proprietà benefiche. Molte sono commestibili e apportano gusto e benessere all’organismo.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Proprietà del finocchio marino

Il finocchio marino ha proprietà digestive, coleretiche e vermifughe. Vediamo insieme quali sono i suoi effetti benefici:

Ricco di nutrienti e minerali

Il finocchio è ricco di nutrienti, come la vitamina C, minerali (contiene ferro, calcio e potassio) e antiossidanti. Questi nutrienti sono importanti per il funzionamento del sistema immunitario. In particolare, grazie alla presenza di antiossidanti, il finocchio marino aiuta a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi, prevenendo malattie croniche cardiovascolari e alcuni tipi di tumore.

Proprietà diuretiche

Inoltre, il finocchio marino ha proprietà diuretiche, che aiutano a eliminare le tossine attraverso l’urina. Non solo ma, come il suo cugino, il finocchietto selvatico, il finocchio marino aiuta ad alleviare i disturbi dell’intestino come gonfiore, flatulenza e indigestione.

Un toccasana per la pelle

Infine, il finocchio marino è benefico per la pelle. Ha proprietà lenitive e cicatrizzanti, il che aiuta a ridurre l’infiammazione e a promuovere la guarigione di piccole ferite o irritazioni cutanee.

Il finocchio marino in cucina: un giro per le coste italiane

Il finocchio marino si usa in cucina per condire il pesce, la pasta, la pizza e altri piatti. Ha un sapore simile al finocchio selvatico, ma più intenso e salato.

Il finocchio marino in cucina

Secondo Alessio Cannata, Digital Strategist di Fruit gourmet, la zona in cui il finocchio marino è più consumato in Italia è Ancona con la Riserva del Conero. Proprio nelle Marche il finocchio marino è un contorno abituale per i piatti a base di pesce o frutti di mare come i mitili selvatici che sono anche Presidio Slow Food. Se nel resto d’Italia il finocchio marino si raccoglie spontaneamente, nella Riserva del Conero vigono stretti regolamenti che vietano a chiunque di raccogliere qualsiasi pianta cresca al suo interno. Per questo motivo nella zona si scorgono vasi coltivati di questa erba marina.

Scendendo lungo lo stivale si trova il finocchio marino in Salento, dove si abbina come condimento delle friselle; inoltre, le foglie crude si conservano sott’aceto e la pianta si consuma fritta in pastella, come si fa con la salvia. Altre regioni che utilizzano questa pianta alofita in cucina sono Liguria e Sicilia, anche se il suo utilizzo è sporadico.

Continua dopo gli annunci…

Il finocchio marino in Europa

Nel resto d’Europa quest’erba trova impieghi e usi molto differenti: ad esempio, in Corsica si usa per estrarre un olio essenziale, mentre a Maiorca (Spagna) si mangia in salamoia; in Grecia si consuma in insalata, mentre nel freddo delle contee inglesi del Norfolk o Suffolk si utilizza per fare spuntini.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.