Vai al contenuto

Il massaggio ayurvedico e i suoi benefici

Se quando vi abbiamo parlato del linfodrenaggio ci siamo concentrati sui miracoli che fa sulla superficie del corpo, con il massaggio ayurvedico, oltre a lavorare sulla circolazione periferica, potrete trarne vantaggi anche per la vostra mente e per il vostro equilibrio. Questo tipo di pratica considera l’essere umano in tutto il suo complesso. La sua filosofia è che il benessere fisico non è staccato da quello interiore e mentale.

La pratica del massaggio ayurvedico è molto antica e fa parte del sistema di medicina tradizionale indiana conosciuto come Ayurveda. L’Ayurveda considera ogni individuo come una persona unica con un determinato “dosha“, che non è altro che la sua composizione. Dopo avere individuato il proprio “dosha” (tra Vata, Pitta e Kapha) si potranno utilizzare le terapie giuste per la salute e benessere della persona. Ogni dosha contiene una diversa combinazione di elementi dell’aria, del fuoco, dell’acqua, della terra e dell’etere.

Per individuare il “dosha“, il massaggiatore può svolgere domande specifiche ed effettuare piccole pressioni su alcuni punti del corpo.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Dhanvantari, il dio dell'Ayurveda

Dhanvantari, il dio dell’Ayurveda

In cosa consiste il massaggio ayurvedico

La tecnica ayurvedica prevede manipolazioni e sfregamenti sul corpo che si realizzano utilizzando oli medicati, unguenti e polveri. Per scegliere quale prodotto è più adatto, è necessario prima conoscere il disturbo da trattare.

L’utilizzo degli oli e unguenti

Agli oli base che vengono utilizzati generalmente per tutti (olio di sesamo, di mandorla o di cocco), si aggiungono oli essenziali in funzioni del dosha da trattare. Per il Pitta si usano gli oli rinfrescanti; per il Kapha oli riscaldanti e stimolanti e per il Vata oli calmanti e nutrienti

Le tipologie di massaggio ayurvedico

Il massaggio ayurvedico può essere di due tipi: Apatarpana, che è una terapia di drenaggio e Santarpana, una terapia nutritiva. Anche se la tecnica ayurvedica, come già indicato mira a trovare l’equilibrio tra corpo (dentro e fuori) e mente, il massaggio ayurvedico può avere soltanto finalità estetiche. L’uso di oli e unguenti è adatto a tutti e dona luminosità e compattezza alla pelle; inoltre migliora la circolazione sanguigna e di tutti i fluidi vitali.

Inoltre, può essere completo o parziale. Il più conosciuto è quello completo, ma si può anche esercitare la terapia ayurvedica soltanto sulla testa completa, sul solo viso, oppure sulla schiena. Se preferite, si può scegliere anche un massaggio linfodrenante, per eliminare le tossine.

Il massaggio ayurvedico completo si chiama Sarvanga abhyanga. Tratta tutto il corpo dalla testa ai piedi con una manipolazione intensa e movimenti focalizzati sulle aree più sofferenti e sui chakra (centri energetici del corpo). In questa tecnica di massaggio sono previste diverse posizioni del paziente (5 o 7) che dipenderanno dal numero di operatori che lavorano sul corpo: solitamente sono due.

l massaggio ayurvedico si svolge su un normale lettino. Se prevede l’utilizzo di oli caldi si utilizza un tavolo di legno detto droni.

Drone (lettino) per massaggio ayurvedico

Droni per massaggio ayurvedico

I benefici del massaggio ayurvedico

I benefici del massaggio ayurvedico sono molteplici. Innanzitutto, favorisce il rilassamento profondo e il sollievo dallo stress, aiutando a calmare la mente e ad alleviare l’ansia. La stimolazione dei punti energetici durante il massaggio può favorire la circolazione sanguigna e linfatica, migliorando l’apporto di ossigeno e nutrienti ai tessuti e favorendo l’eliminazione delle tossine.

Altri benefici del massaggio ayurvedico includono il riequilibrio della sfera emotiva, il sollievo dei dolori muscolari e articolari, il miglioramento della qualità del sonno, l’aumento della flessibilità e della mobilità articolare, e un miglioramento del tono della pelle e dell’aspetto fisico.

Continua dopo gli annunci…

Chi può fare i massaggi ayurvedici?

Il massaggio ayurvedico dovrebbe essere eseguito da un terapista qualificato. Inoltre, potrebbe avere controindicazioni, come qualsiasi altra terapia, anche se, trattandosi di una tecnica naturale, può essere effettuato nella maggior parte dei casi. Tuttavia, i soggetti con problemi cardiocircolatori e fragilità capillari dovrebbero evitare questo tipo di massaggio. Meglio, se non siete sicuri, consultare il vostro medico.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.