Vai al contenuto

Il potassio nel nostro organismo e quali alimenti lo contengono (le banane non sono al primo posto!)

Avete mai sentito parlare del potassio? Probabilmente sì, anche se solo vagamente. Perché è un elemento chimico essenziale per il corpo umano. Di fatto, il potassio partecipa a numerosi processi fisiologici e svolge un ruolo vitale nel nostro organismo. Ora vedremo come. Vi racconteremo anche gli alimenti che lo contengono per assicurarvi che non manchi mai.

Le quantità di potassio da consumare al giorno

Prima di sapere quali sono gli alimenti che contengono potassio, è opportuno conoscere le quantità idonee da consumare, per trovare il giusto equilibrio. Si tratta di 3 grammi al giorno per una persona adulta media. Come succede spesso, le donne che allattano o sono in gravidanza dovrebbero consumare almeno 2 grammi in più. Ai bambini piccoli (sotto 36 mesi), per contro, basta un grammo. Superare le dosi consigliate può comportare danni ai reni e al cuore.

Alimenti che contengono potassio

cibi ricchi di potassio che dovremmo integrare nella nostra dieta quotidiana sono: i legumi, come ceci, piselli, asparagi, fagioli; le verdure come spinaci, rucola, carciofi e cavolfiori; la frutta: banana, uva, albicocca, avocado, prugne, kiwi, pere; la frutta secca: mandorle, noce, fichi, arachidi, pistacchi, castagne, uva sultanina, pinoli. Altri alimenti che contengono quantità rilevanti di potassio sono i cereali integrali, i funghi, i semi di zucca, il pesce azzurro, i latticini e le patate.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

I cibi più ricchi di potassi, facilmente reperibili

Tra quelli dell’elenco i cibi che contengono maggiori quantità di potassio sono (per 100 g): le banane (circa 400 mg), gli spinaci (200 mg), l’uva passa (800 mg), l’albicocca (1000 mg), le patate (500 mg), i fagioli  (500 mg), le mandorle (700 mg), le castagne (700 mg) e le noci (700 mg).

Come vedete, si tratta di prodotti facilmente reperibili. Potete consumarli da soli o preparare piatti sfiziosi in tutte le stagioni, come zuppe con legumi, yogurt con frutta secca o solo qualche pezzo di frutta per uno spuntino salutare.

Assorbimento e Proprietà del potassio

Il potassio viene assorbito principalmente attraverso l’intestino tenue e viene regolato dai reni

Regolazione idrica e metabolica

E’ coinvolto in alcuni processi biologici del nostro organismo, come la regolazione dei fluidi nel corpo. Aiuta a mantenere l’equilibrio idrico e a regolare il pH della pelle. Inoltre, è fondamentale per il funzionamento adeguato delle cellule muscolari, inclusi i muscoli cardiaci. Oltre a questo, il potassio contribuisce al metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei grassi.

Controlla e regola la pressione sanguigna

l potassio svolge un ruolo cruciale nella regolazione della pressione sanguigna. Aiuta a ridurre l’effetto dell’eccesso di sodio sul corpo, favorendo la diuresi e l’eliminazione dell’acqua in eccesso. Se consumate potassio in maniera adeguata, potrete mantenere una pressione arteriosa sana ed evitare di sentirvi gonfi.

Continua dopo gli annunci…

Trasmette impulsi nervosi

Come accennato, il potassio è coinvolto nella trasmissione degli impulsi nervosi e nella contrazione muscolare (anche cardiaca), il che significa che favorisce la contrazione muscolare coordinata e partecipa alla trasmissione degli impulsi nervosi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.