Vai al contenuto

La celiachia, un disturbo con rimedio: cure e prodotti alla portata di tutti

Avete sentito parlare della celiachia, vero? Forse qualcuno di voi che legge questo articolo è celiaco o ha qualche famigliare o amico che patisce questo disturbo. Nessun problema, perché la scienza, la tecnologia e l’imprenditoria hanno fatto passi da giganti da quando è stata diagnosticata questa patologia molto comune, e oggi ci sono moltissimi prodotti gluten free.

celiachia

In che cosa consiste esattamente la celiachia?

La celiachia è una malattia che colpisce l’intestino tenue, causata da una reazione immunitaria al glutine, una proteina presente in alcuni cereali come il frumento, la spelta, il farro, il kamut, l’orzo, l’avena e la segale. Il glutine provoca un’infiammazione che danneggia i villi intestinali, le piccole proiezioni che assorbono i nutrienti dal cibo. Questo porta a una riduzione dell’assorbimento delle sostanze nutritive e a vari sintomi gastrointestinali e extra-intestinali, come diarrea, dolore addominale, gonfiore, stanchezza, anemia, osteoporosi, problemi neurologici e dermatologici.

Quando si manifesta la celiachia?

La celiachia può manifestarsi a qualsiasi età, ma è più frequente nei bambini e nelle persone con una predisposizione genetica. La diagnosi si basa su esami del sangue che rilevano gli anticorpi anti-glutine e su una biopsia dell’intestino tenue che conferma il danno ai villi. L’unico trattamento efficace per la celiachia è una dieta rigorosa senza glutine, che deve essere seguita per tutta la vita.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

In che cosa consiste una dieta anti-glutine?

Una dieta senza glutine comporta l’eliminazione di tutti gli alimenti che contengono o possono contenere tracce di glutine, come pane, pasta, pizza, biscotti, dolci, birra, ecc. Seguire una dieta senza glutine permette senz’altro di migliorare i sintomi della celiachia e di prevenire le complicanze a lungo termine.

Quali alimenti sostituiscono il glutine?

Gli alimenti che sono adatti ai celiaci sono buoni anche per chi non soffre di questo disturbo; non sono prodotti elaborati in maniera diversa, ma soltanto “gluten-free”. Ci sono molti alimenti che sono consentiti ai celiaci, alcuni che sono a rischio e altri che sono proibiti. Vediamo nello specifico quali.

Alimenti permessi, quelli privi di glutine

Tra gli alimenti permessi si trovano tutti quegli alimenti naturalmente privi di glutine o garantiti dalle aziende produttrici come tali. Tra questi ci sono:

  • La carne fresca, il pesce fresco, le uova e i formaggi stagionati
  • La frutta e la verdura fresche, i legumi e i tuberi
  • Il riso, il mais, il grano saraceno, il miglio, la quinoa, l’amaranto e il teff
  • L’olio vegetale, il sale, lo zucchero, il miele e le spezie
  • Le marmellate, i succhi di frutta e la passata di pomodoro
  • I prodotti dietetici con la dicitura “senza glutine” o con il simbolo della spiga barrata

Alimenti a rischio, possono contenere glutine per contaminazione

Gli alimenti a rischio si considerano tutti quegli alimenti che potrebbero contenere glutine come ingrediente o per contaminazione accidentale durante la produzione. Tra questi ci sono:

Continua dopo gli annunci…
  • I salumi, i wurstel, le salsicce e i paté
  • I formaggi freschi e spalmabili
  • Le conserve di carne e di pesce
  • Le bevande alcoliche fermentate come la birra e alcuni vini
  • I dolci confezionati come i biscotti, le torte, le merendine e i gelati
  • Le salse pronte come la maionese, il ketchup e la senape
  • Gli amidi, le maltodestrine, le farine e i fiocchi di cereali non specificati
  • I prodotti da forno come il pane, la pasta, le pizze e i cracker

Alimenti vietati: contengono glutine o sono derivati da altri che lo contengono

Gli alimenti vietati sono tutti quegli alimenti che contengono sicuramente glutine o derivano da cereali che lo contengono. Tra questi ci sono:

  • Il frumento e tutte le sue varietà come il farro, la spelta, il kamut e il triticale
  • L’orzo, la segale e il sorgo
  • Le farine, i semolini, le creme e i fiocchi di questi cereali
  • La pasta, le paste ripiene, i gnocchi e i pizzoccheri di questi cereali
  • Il pane, il pancarrè, il pan grattato e il pane azzimo di questi cereali

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.