Vai al contenuto

La Cina crea un virus mortale al 100%. Bufera: che bisogno c’era?

La Cina è in procinto di commettere altri errori fatali per la popolazione mondiale? A quanto pare sembrerebbe di sì! Ha appena creato una variante mortale di un virus molto noto a tutti. Ecco cos’è successo.

gx p2v

La nuova variante del virus

Un gruppo di scienziati cinesi ha fatto un esperimento creando un nuovo tipo del virus SARS-CoV-2 in laboratorio. Questa versione, chiamata GX_P2V, ha fatto ammalare e morire tutti i topi “umanizzati” nei test. I risultati di questa prova sono stati condivisi su bioRxiv nei giorni scorsi e ora molti sono preoccupati.

gx p2v2

Questi ricercatori, che fanno parte del Centro di innovazione avanzata di Pechino e dell’Università di Pechino, hanno basato la nuova variante su un virus trovato nei pangolini nel 2017, ovvero il tristemente noto SARS-CoV-2. Hanno poi testato questa GX_P2V su topi modificati geneticamente, e la notizia brutta è che tutti i topi sono morti in soli otto giorni.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

gx p2v1

Dubbi etici e preoccupazioni

Questa scoperta ha fatto sorgere domande importanti sulla sicurezza e sull’etica della ricerca scientifica sugli agenti malattie. La GX_P2V sembra essere molto brava ad attaccare il cervello dei topi, facendoli ammalare in modo grave. Prima di morire, i topi hanno mostrato sintomi terribili come perdita di peso veloce, movimenti lenti e cambiamenti negli occhi, diventati bianchi un giorno prima della fine.

Molti esperti in tutto il mondo sono preoccupati per questa nuova variante, soprattutto perché sembra più pericolosa del SARS-CoV-2 che ha colpito il mondo tra il 2020 e il 2021. Alcuni scienziati occidentali pensano che questo esperimento sia “terribile e inutile”. Gli scienziati cinesi dicono che c’è già un rischio simile nella natura, nei pangolini. Ma alcuni esperti occidentali pensano che la ricerca debba avere limiti, perché cosa succederebbe se questa variante finisse nelle mani sbagliate, come terroristi o governi spietati?

Continua dopo gli annunci…
gx p2v3

Recentemente, sono venuti fuori documenti che mostrano che la Cina aveva già scoperto l’intero “codice genetico” del SARS-CoV-2 alla fine del 2019. Questo ha fatto sorgere domande sulla gestione della pandemia da parte del governo cinese. In un momento in cui il mondo sta cercando di riprendersi dalla pandemia, la preoccupazione cresce per nuove versioni del virus, specialmente se create in laboratorio. In sintesi, la creazione della variante GX_P2V si presenta come un’allerta scientifica, sollevando domande inquietanti sulla sicurezza e sull’eticità delle ricerche scientifiche avanzate su patogeni virali e aprendo una discussione internazionale su come affrontare le sfide che emergono da queste sperimentazioni di alto profilo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.