Vai al contenuto

“Citizen science”, il benessere che diventa scienza

Vi piace passeggiare in mezzo alla natura? Siete appassionati di montagna? Praticate sport estremi? Se non lo sapete, ogni vostro movimento e ogni vostra gita può diventare un’occasione per partecipare a programmi scientifici di raccolta dati sulla natura.

I benefici delle passeggiate nella natura

Stare a contatto con la natura è un vero toccasana per il corpo e per la mente. Riduce lo stress, contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna, migliora l’umore e, se esercitata in maniera costante, brucia calorie. Inoltre, se volete che la vostra esperienza diventi davvero appagante, potete inserirvi come “cittadini comuni” in qualche progetto che utilizzerà le vostre fotografie e i vostri dati per presentarli in pubblicazioni scientifiche. Così aiuterete la ricerca.

I progetti di “Citizen Science”

Esistono decine di progetti cosiddetti “Citizen Science” a cui potete prendere parte mentre siete in vacanza. Fotografare una farfalla o contare le api può essere un’attività divertente e coinvolgente per tutta la famiglia e, inoltre, potete aiutare la scienza. Il vantaggio è che si può partecipare ai progetti in Italia e all’estero, mentre vi trovate al mare o in montagna. Per i bambini sarà un modo di osservare la natura e stimolare la curiosità.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

La “scienza dei cittadini” aiuta gli scienziati a monitorare il mondo attraverso i cittadini normali, indipendentemente dalla loro età e dal loro livello d’istruzione. Mentre sono all’aperto raccoglieranno dati su diversi argomenti, che avranno, decisamente, un determinato impatto sull’attività di ricerca.

Alcuni esempi di progetti

La California Academy of Sciences e la National Geographic Society hanno messo a punto l’app iNaturalist per inserire nel sistema piante, animali o insetti interessanti; basta rispondere ad alcune domande base per poterle catalogare e il gioco è fatto; le partecipate, avrete contribuito ad arricchire il loro archivio mondiale sulla biodiversità.

L’app Bewild contiene invece una guida per riconoscere le api; dovreste, in questo caso, se volete partecipare alla ricerca, filmare un video con la registrazione del ronzio, segnalando la posizione.

Sul sito Eu Citizen Science si trovano 21 progetti italiani finanziati dall’Unione Europea. Tra essi, segnaliamo uno sui mammiferi selvatici e uno sul mare, che consente di segnalare la presenza di plastica o rifiuti sulle spiagge.

Continua dopo gli annunci…

Se vi piacciono le stelle, potete collegarvi con la Nasa per segnalazioni “tra le nuvole”. Più di 400 cittadini normali sono già stati nominati coautori di pubblicazioni scientifiche davvero prestigiose. Proprio da cogliere “al volo”!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.