Vai al contenuto

Il latte d’asina, perfetto per il corpo e per la pelle (e tu lo hai mai usato?)

Le proprietà del latte d’asina

Ippocrate (460-370 a.C.), il padre della medicina, è stato il primo a descrivere le virtù del latte d’asina. Assomiglia al latte della donna al punto che in passato è stato usato anche per sostituire il latte materno poiché molto simile come proprietà e nutrienti a quello umano. Ora non si rende più necessario perché esiste il latte sostitutivo per la crescita.

Dal punto di vista nutrizionale, come il latte di mucca, anche quello di asina contiene lattosio, in quantità leggermente superiore a quello del latte vaccino. Pertanto, non è adatto a chi è intollerante al lattosio. Rispetto al latte vaccino e ad altre bevande (ad esempio il latte di soia), ha un limitato livello di trigliceridi e una maggiore presenza di calcio, fondamentale per le ossa. Per questo motivo, è consigliato ai bambini, e anche alle donne in menopausa e agli anziani. Negli ultimi favorisce la prevenzione dell’aterosclerosi.

Il latte d’asina, un alleato della bellezza

Il latte d’asina è stato usato per la bellezza e il benessere sin dai tempi antichi : Cleopatra, Poppea e Messalina ne conoscevano le virtù. E’ consigliato per trattare problemi della pelle (eczema, psoriasi, acne), e per la pelle secca e sensibile. Si narra che Cleopatra, regina dell’Antico Egitto, fosse solita a immergersi in latte d’asina per mantenere intatta la sua bellezza e la lucentezza della propria pelle. Secondo la leggenda, occorrevano ben 700 asine per fornirle la quantità di latte necessaria ai suoi bagni di bellezza quotidiani.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

latte d'asina,effetti benefici,cosmetica,neonati,corpo,disturbi

Il latte di asina, infatti, è un ingrediente apprezzato sin dall’antichità per le sue proprietà idratanti, lenitive, ristrutturanti e protettive. E’ un autentico toccasana per la pelle. La sua azione anti-ossidante contrasta l’invecchiamento e nutre la pelle, rendendola liscia e idratata. Di fatto, è un latte molto ricco di acidi grassi insaturi, proteine, minerali e vitamine.

I prodotti cosmetici che vengono elaborati con il latte d’asina sfruttano la ricchezza di nutrienti come le vitamine A, B1, B2, B6, C, D, E, minerali e oligoelementi (calcio, magnesio, fosforo, ferro, zinco …) , acidi grassi polinsaturi (omega 3 e omega 6), proteine ​​e aminoacidi, perrisolvere problemi cutanei. Di fatto, il latte d’asina ha proprietà idratanti, rigeneranti e nutrienti.

Il latte d’asina è noto in determinati contesti come “oro bianco”, anche se il suo costo non è esoso (tra 14 e 20 euro al litro). Di fatto, è molto efficace contro i segni del tempo e contro alcuni inestetismi della pelle, come le  rughe e le smagliature. Sul mercato si può trovare sotto forma di crema idratante per viso e corpo, e come bagnoschiuma o sapone.

L’utilizzo del latte d’asina per la cura di alcuni disturbi

Il latte di asina contiene molte sostanze preziose come ormoni e composti bioattivi come il lisozima e la lattoferrina. Rispetto al latte umano e bovino, la presenza di lisozima in questo tipo di latte è molto elevata. Avendo un’azione antibatterica, è usato anche a scopi farmaceutici nei disturbi gastrointestinali nel neonato, nella terapia dell’Herpes simplex o come decongestionante della mucosa nasale.

Per quanto riguarda la lattoferrina, essa svolge una naturale attività antimicrobica. Trasporta il ferro nel sangue con grande successo. Inoltre, la presenza di acidi grassi essenziali lo rende un alimento prezioso, poiché detti acidi agiscono nello sviluppo del sistema nervoso, della flora batterica intestinale e del sistema immunitario del neonato.

Continua dopo gli annunci…

Vi abbiamo fornito un elenco di qualità e vantaggi che vi aiutano a capire come e perché questo latte fa bene ad ogni età. Aiuta anche a eliminare l’acidità di stomaco; a calmare le irritazioni della laringe, a curare la tosse, a depurare il fegato, e a combattere anemia e spossatezza. Non male, vero?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.