Vai al contenuto

Le more, un frutto scuro con chiari benefici

Anzitutto, premettiamo che vi sono due tipologie di more: quelle di rovo e quelle di gelso. Oggi noi ci riferiremo soltanto a quelle di rovo.

Siamo in piena stagione delle more di rovo. Quanti di voi le hanno raccolte e assaggiate, usate per preparare dei dolci o delle marmellate? Le more si trovano spesso nelle zone dove crescono i rovi, ed è divertente andare (magari in gruppo) a raccoglierle. Spesso presenti sui sentieri poco battuti, una gita in campagna a piedi o in bicicletta vi farà trascorrere un bel pomeriggio all’aria e tornerete a casa con un bel bottino! Vediamo che tipo di frutto è la mora, quali sono le sue proprietà e come si può degustare.

La mora è un frutto di bosco molto apprezzato

Le more sono dei frutti di bosco che crescono sul rovo, una pianta spinosa che si chiama Rubos ulmifoliusuna (della famiglia delle Rosacee) e che si trova nei sottoboschi e nelle zone rurali. Sono caratterizzata da un colore nero-viola quando sono mature, mentre sono rosse quando sono ancora acerbe; il loro sapore è dolce-acidulo. Le more sono molto apprezzate per le loro proprietà nutrizionali e benefiche, che le rendono alimenti salutari e gustosi. Inoltre, non sono molto zuccherine e non contengono molte calorie (43kcal per 100 grammi).

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

more di rovo,frutto scuro,frutti di bosco,proprietà nutrizionali,alimenti salutari,consumare,frutto di bosco

I principali benefici delle more

I motivi per mangiare le more sono molti. In seguito vi proponiamo alcuni dei principali aspetti positivi di questo frutto estivo.

Continua dopo gli annunci…
  1. Sono ricche di antiossidanti, come le antocianine e i flavonoidi, che proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi e prevengono l’invecchiamento precoce e alcune malattie croniche;
  2. Sono fonte di vitamine, in particolare di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro. Contengono anche vitamina A, utile per la vista, vitamina E, che idrata la pelle, e vitamina K, che regola la coagulazione del sangue;
  3. Sono ricche di minerali, come il potassio, che regola la pressione arteriosa, il magnesio, che migliora il tono muscolare, il calcio, che rafforza le ossa, e il rame, che stimola la produzione di globuli rossi;
  4. Sono ricche di fibre, sia solubili che insolubili, che aiutano la digestione e il transito intestinale. Le fibre solubili, come la pectina, inoltre, contribuiscono a ridurre il colesterolo cattivo e a stabilizzare la glicemia;
  5. Sono povere di calorie e di grassi, e pertanto sono adatte a chi segue una dieta ipocalorica o a chi vuole mantenere il peso forma. Non solo: hanno anche un effetto saziante e dissetante;
  6. Hanno proprietà diuretiche e depurative, in quanto favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine accumulate nell’organismo;
  7. Hanno proprietà antinfiammatorie e antisettiche, in quanto contrastano le infezioni batteriche e fungine. Sono utili anche per curare le infiammazioni della bocca e della gola.

Come si possono consumare le more?

Ci sono molti modi per gustare questo saporito frutto estivo. Il modo più semplice è mangiarle fresche appena raccolte o acquistate dal produttore locale. Inoltre, si possono usare per preparare dolci, marmellate, succhi o liquori. Se volete, potete anche congelarle o essiccarle per conservarle più a lungo. In ogni caso, ricordatevi di lavarle bene prima di consumarle per eliminare eventuali residui di terra o insetti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.