Vai al contenuto

Magie della dieta Pegan: la segue anche Adriana Lima!

La dieta Pegan sta davvero spopolando, forse perché promette dei benefici straordinari o forse perché alcuni VIP hanno intrapreso questa strada. Scopriamo di cosa si tratta.

dieta pegan

La dieta Pegan e la sua ascesa

Negli ultimi tempi, una corrente alimentare inusuale sta guadagnando terreno, attirando l’attenzione di molte celebrità, tra cui spicca il nome di Adriana Lima. Si tratta della dieta Pegan, una fusione sorprendente tra le filosofie alimentari paleolitica e vegana, che ha conquistato tanti personaggi, comprese icone di bellezza come Bella Hadid. Questa tendenza ha gradualmente eclissato la precedente popolarità della dieta chetogenica, grazie anche all’endorsement di figure di spicco di Hollywood, tra cui Alicia Wikander e Halle Berry.

Il concetto alla base del “peganesimo”, introdotto per la prima volta dal dottor Mark Hymannel nel 2015, si basa su una combinazione di principi tratti dalle diete paleolitica e vegana. Mentre la dieta paleolitica si concentra su alimenti disponibili nell’era paleolitica, escludendo cereali, zucchero, legumi, e altro, la filosofia vegana si allontana da qualsiasi prodotto di origine animale. Nonostante le apparenti contraddizioni, l’attenzione principale della dieta Pegan è orientata verso il consumo abbondante di frutta e verdura, preferibilmente provenienti da coltivazioni biologiche, con l’obiettivo di ridurre il consumo di cibi processati.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

dieta pegan1

Le Regole del Peganismo

Nel contesto della dieta Pegan, il 75% delle calorie dovrebbe derivare da alimenti vegetali, mentre le proteine animali assumono un ruolo marginale. Si incoraggia il consumo di verdure a basso indice glicemico e una varietà di frutta fresca. Le proteine animali consentite includono carne, pollame e uova provenienti da fonti sostenibili, mentre per il pesce si suggeriscono varietà a basso contenuto di mercurio. La dieta predilige anche grassi “buoni” come Omega-3, presenti in semi di lino, avocado, noci e olio extravergine di oliva, promuovendo così benefici per la salute del cuore.

Una tipica giornata seguendo la dieta Pegan potrebbe iniziare con una colazione a base di frutta fresca, semi di chia e yogurt di mandorle. A pranzo, si potrebbe optare per un’insalata mista con lenticchie, verdure a foglia verde, e un condimento leggero a base di olio extravergine di oliva.

dieta pegan2

Come spuntino pomeridiano, noci e frutta secca sarebbero scelte ideali, seguite da una cena che potrebbe includere pesce azzurro come le sardine, accompagnato da una generosa porzione di verdure al vapore. Questa varietà di cibi, in linea con i principi del Peganismo, fornisce un bilancio nutrizionale ricco di vitamine, minerali, e nutrienti essenziali. La flessibilità della dieta Pegan consente una vasta gamma di opzioni, rendendola una scelta attraente per coloro che cercano un approccio equilibrato e sostenibile alla nutrizione.

Continua dopo gli annunci…

Considerazioni sulla dieta Pegan

dieta pegan3

Nonostante la dieta Pegan si presenti come una scelta più flessibile rispetto ad altre opzioni, è importante sottolineare che comporta comunque restrizioni significative, escludendo alimenti considerati “sani” come latticini, cereali e legumi. Eliminare interi gruppi alimentari potrebbe portare a carenze nutrizionali, e pertanto, prima di abbracciare questa tendenza alimentare, è consigliabile consultare un nutrizionista per garantire un bilancio nutrizionale adeguato. In questo contesto, la dieta Pegan rappresenta un interessante percorso alimentare che unisce aspetti del passato e del presente, con il supporto evidente di numerose personalità di spicco.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.