Vai al contenuto

Non buttare le croste di formaggio! Guarda come si possono riciclare!

Vi piace il formaggio stagionato? Utilizzate spesso il parmigiano, il grana, il pecorino? Una bella grattugiata sulla pasta, il ragù, la minestra, i risotti… scaglie nelle insalate, fettine con la marmellata o gelatina di erbe aromatiche… una vera delizia. Ma, cosa fate quando il formaggio finisce e rimane soltanto la crosta? La buttate via? Non fatelo mai più. La crosta del formaggio si può riutilizzare in tanti modi diversi. In questo post vi raccontiamo come potete rielaborarla per estrarre fino all’ultimo grammo di sapore. Guardate!

croste di formaggio
croste di formaggio

Le croste di formaggio, sempre deliziose

Avreste mai detto che con le vostre croste di formaggio potete elaborare piatti veramente deliziosi? Invece, è così, perché del formaggio non si butta via niente, soprattutto del parmigiano. Con esse potete rendere sublimi i vostri stufati, brodi, minestre, sughi e risotti. Ma anche da sole sono buone. Guardate in quanti modi potete impiegarle!

Croste in padella

Potete fare delle croste in padella, in forno o al microonde, tagliando le croste a pezzi e cuocendole fino a che non diventano croccanti e gonfie. Sono perfette come snack per l’aperitivo o come antipasto. Una tira l’altra! Per non parlare dei lecca lecca di parmigiano: una vera delizia con poca fatica. Trovate la ricetta qui

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

croste di parmigiano al forno per degli sfiziosi lecca lecca
croste di parmigiano al forno per degli sfiziosi lecca lecca

croste in Brodo vegetale o di carne

Potete aggiungere le croste al brodo vegetale o di carne, fin dall’inizio della cottura, per dare un sapore extra e trasformarlo in un brodo speciale. Oppure puoi usare le croste tagliate a cubetti nelle zuppe, minestre o minestroni. Basta portare a bollore il brodo, abbassare la fiamma e far cuocere con gli altri ingredienti per almeno 40 min e fino ad un massimo di 3 ore.

Se le croste si sono ammorbidite abbastanza durante la cottura, potete tagliarle in pezzetti piccoli e servirli come guarnizione. Non solo conferiscono un delizioso sapore di formaggio, ma aiutano anche ad addensare le zuppe e gli stufati.

mantecare il risotto o utilizzare nelle polpette

Potete ammorbidire le croste nel latte per un paio d’ore, e poi usarle per mantecare il risotto, o per fare delle polpette frullandole con altri ingredienti. Si possono anche usare negli impasti di focacce e panini golosi. Se utilizzate le croste per i risotti, riuscirete ad addensarne la consistenza, senza dovere utilizzare dopo altri prodotti, come burro, formaggi o panna. Ricordatevi, ovviamente, di toglierle prima di servire il risotto.

le croste Per insaporire il sugo per la pasta

Se fate spesso il sugo per la pasta (pomodoro, marinara, bolognese, ecc.), non fatevi problemi a usare la crosta di Parmigiano. Renderà la salsa più ricca e saporita. Dovete solo stare attenti a eliminare la crosta quando la salsa è pronta per essere servita. Un accorgimento: non caricate poi la pasta d’ulteriore Parmigiano grattugiato, perché la salsa avrà già assorbito il sapore di formaggio.

Continua dopo gli annunci…

Insaporire l’olio evo

Un altro utilizzo eccezionale delle croste di formaggio è per insaporire l’olio evo. Seguite questo consiglio: in un vasetto richiudibile, aggiungete ad una crosta di Parmigiano, olio extravergine di oliva e aglio di alta qualità; quindi, riponete in frigorifero per qualche giorno per far legare i sapori. Trascorsi circa 5 giorni, servite l’olio d’oliva per intingere o condire pane croccante per un antipasto o uno spuntino. In alternativa, usate questo mix come esaltatore di sapidità per pesce o verdure cotte.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.