Vai al contenuto

Come prevenire le malattie ai reni? Facile! Basta un test della pressione e gli esami delle urine

Vi fanno male i reni ogni tanto? Avete mai avuto calcoli? Avete un parente o un amico che li ha avuti e sapete che è un’esperienza piuttosto dolorosa e sicuramente da evitare? Tranquilli. Non è necessaria la prevenzione per le malattie dei reni; bastano pochi e semplici controlli. Vediamo assieme quali.

A cosa servono i Reni

I reni svolgono una serie di funzioni vitali nel nostro corpo, tra cui il filtraggio del sangue, l’eliminazione delle sostanze di scarto e il mantenimento dell’equilibrio dei liquidi. Tuttavia, diversi fattori possono influire sulla salute renale e portare allo sviluppo di malattie.

Cause delle Malattie dei reni

Le malattie renali possono essere causate da una varietà di fattori. Alcune delle principali cause includono: le malattie renali croniche, che sono caratterizzate da condizioni come l’ipertensione, il diabete e le malattie autoimmuni (ad esempio, la glomerulonefrite). Le infezioni batteriche, come la pielonefrite (infezione del tratto urinario che coinvolge i reni), che possono danneggiare i tessuti renali.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Altre cause delle malattie renali possono essere date dalle ostruzioni, che consistono nel blocco delle vie urinarie, provocato ad esempio da calcoli renali o tumori, oppure da lesioni o traumi, come incidenti o colpi diretti ai reni.

Altra causa delle malattie renali può essere l‘uso prolungato di farmaci o sostanze tossiche.

Il 10% della popolazione è a rischio di malattia renale: la prevenzione

Anche se non ne siamo consapevoli, il 10% della popolazione italiana adulta è a rischio di malattia renale. Chi soffre di una malattia renale ha una probabilità maggiore di sviluppare un infarto. Secondo il Prof Roberto Palumbo, Direttore della UOC Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale S.Eugenio di Roma:

“Tutti dovrebbero comunque fare prevenzione di primo livello, e per capire se c’è un rischio di danno renale basta un esame delle urine e un controllo della pressione. Quest’ultima, quando e’ troppo alta, mette a rischio i reni, così come il cervello ed il cuore. Purtroppo, non c’è un segno preciso, un dolore riconoscibile che possa aiutare a capire che serve intervenire precocemente”

Roberto Palumbo

Ma quando iniziare i controlli ai reni?

Continua dopo gli annunci…

“L’analisi delle urine è uno straordinario strumento per capire molte cose e, a meno che non ci siamo malattie in corso, basta ripeterlo una volta nell’età pediatrica, uno in adolescenza e dopo i 50 anni una volta l’anno. Il campanello di allarme è la presenza di sangue e di proteine che devono essere assenti perché filtrate dai reni”.

Roberto Palumbo

La prevenzione è molto semplice, ma passa soprattutto per uno stile di vita sano. Come diciamo spesso, anche in questo caso un’alimentazione corretta, l’idratazione e l’allontanamento da sigarette e alcol dovrebbero fare la differenza. Pertanto, controllate regolarmente la vostra pressione sanguigna; bevete almeno 2 litri di acqua al giorno; seguite una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre ed evitate di consumare alcol, farmaci e sostanze tossiche.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.