Vai al contenuto

Prodotti al tartufo, quando il gusto chiama! Scopri tutto ciò che c’è da sapere!

Vi piace il tartufo? E’ un fungo prelibato che apporta un sapore deciso agli alimenti. Solitamente piace tanto o non piace in assoluto. Alcuni ristoranti sono specializzati nella presentazione di piatti a base di tartufo, che si può mangiare crudo, grattugiato oppure elaborato in altre preparazioni. Scopriamo oggi insieme questo fungo particolare, dal profumo intenso e tipico della cucina stellata.

Il tartufo, un fungo che cresce sotto terra

Il tartufo è un fungo ipogeo, cioè che cresce sotto terra, che ha un alto valore gastronomico e commerciale. Esistono diverse varietà di tartufo, che si distinguono per colore, forma, profumo e sapore. Alcune delle più note sono il tartufo bianco pregiato, il tartufo nero pregiato, il tartufo uncinato, il tartufo marzuolo, il tartufo brumale e il tartufo estivo.

Le proprietà benefiche del tartufo

Il tartufo ha diverse proprietà benefiche per la salute. È ricco di proteine, vitamine, minerali e antiossidanti. Ha effetti positivi sul sistema immunitario, sul sistema nervoso, sul sistema digestivo e sul metabolismo. Ha anche proprietà afrodisiache e stimolanti. Tuttavia, il tartufo va consumato con moderazione, perché può causare allergie o intolleranze in alcune persone.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Il valore del tartufo, fino a 184 mila euro per 950 g

Il valore del tartufo dipende da vari fattori, come la qualità, la quantità, la domanda e l’offerta. Il tartufo più costoso è il tartufo bianco pregiato, che può raggiungere prezzi elevatissimi, anche migliaia di euro al chilo. Il tartufo nero pregiato ha un valore inferiore, ma comunque elevato. Gli altri tipi di tartufo hanno prezzi più accessibili, ma variano a seconda della stagione e del mercato.

Il tartufo più caro del mondo è stato acquistato nel 2022 da un imprenditore di Hong Kong che ha pagato 184 mila euro per accaparrarsi il lotto finale da quasi un kg della ventitreesima Asta mondiale del tartufo bianco d’Alba, andata in scena domenica 13 ottobre del 2022. È stato battuto ad oltre il triplo del valore dell’oro (193 euro al grammo contro i 55 euro dell’oro), il tartufo bianco più caro della storia.

La stagione di raccolta del tartufo

Ogni tipo di tartufo ha una precisa stagione di raccolta, al di fuori della quale è vietato raccoglierlo per salvaguardare l’habitat naturale e la crescita dei tartufi. I periodi di raccolta variano in funzione delle regioni e delle condizioni climatiche. In generale, possiamo dire che:

Continua dopo gli annunci…
  • Il periodo di raccolta del tartufo bianco pregiato va da inizio ottobre a fine dicembre.
  • Il periodo di raccolta del tartufo nero pregiato va dalla metà di novembre alla metà di marzo.
  • Il periodo di raccolta del tartufo uncinato va da inizio settembre a fine dicembre.
  • Il periodo di raccolta del tartufo marzuolo va da inizio febbraio a fine aprile.
  • Il periodo di raccolta del tartufo brumale va da inizio novembre a fine febbraio.
  • Il periodo di raccolta del tartufo estivo va da inizio maggio a fine agosto.
tartufo nero estivo

I prodotti al tartufo

I prodotti al tartufo sono alimenti che contengono o sono aromatizzati con il tartufo; in genere sono molto apprezzati dagli amanti della cucina raffinata e possono essere usati per creare piatti deliziosi e originali. Troviamo sul mercato diverse varietà. Di seguito proponiamo una classifica con quelli più comuni come:

  1. Salse e creme: si tratta di preparazioni a base di tartufo, funghi, formaggi, olio e altri ingredienti, che si possono usare per condire pasta, riso, carne, pesce o crostini. Alcuni esempi sono la salsa tartufata, la crema di parmigiano e tartufo bianco, il pesto al tartufo e la salsa all’arrabbiata con tartufo;
  2. Oli e aceti: si tratta di oli extravergine di oliva o aceti balsamici aromatizzati con tartufo bianco o nero, che si possono usare per insaporire insalate, verdure, formaggi o carni. Alcuni esempi sono l’olio al tartufo bianco, l’olio al tartufo nero e l’aceto balsamico al tartufo nero;
  3. Prodotti da forno: si tratta di pane, grissini, crackers o biscotti arricchiti con tartufo bianco o nero, che si possono consumare come snack, antipasto o accompagnamento. Alcuni esempi sono i grissini al tartufo bianco, i crackers al tartufo nero e i biscotti al tartufo bianco;
  4. Prodotti vari: si tratta di altri alimenti che contengono o sono aromatizzati con il tartufo bianco o nero, come il miele, il sale, il riso, la polenta, le arachidi o il cioccolato. Alcuni esempi sono il miele al tartufo bianco, il sale al tartufo nero, il riso al tartufo bianco, la polenta al tartufo bianco, le arachidi salate con tartufo e il cioccolato fondente con tartufo nero.
olio aromatizzato al tartufo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.