Vai al contenuto

Quali esercizi yoga in gravidanza?

Abbiamo parlato dell’importanza dello yoga in gravidanza, adesso è il momento di capire quali posizioni siano più adatte. Ecco una lista degli esercizi più semplici.

La posizione della farfalla

YOGA

Per finalizzare la posizione della farfalla, sedetevi a terra e divaricate le gambe, unite le piante dei piedi e toccate i talloni con le mani. Questo serve a distendere i muscoli del perineo e sciogliere le anche, di sostanziale importanza per la buona riuscita del parto. Attenzione alla schiena, deve essere sempre dritta perciò non curvatevi pur di raggiungere i talloni. Va bene anche solo allungare le braccia verso i piedi.

La posizione del gatto

YOGA

Mettetevi a 4 zampe e inarcate gradualmente la schiena, proprio come fanno i gatti, abbassando la testa e al contrario, spingendo la panca verso il basso e alzando il volto. Inspirate ed espirate in simultanea con i due movimenti. Ciò servirà a distendere la schiena e a evitare dolori e altri sintomi fastidiosi. Gli esperti la raccomandano anche in caso di feto podalico, in quanto può favorire il cambiamento di posizione.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

La posizione del discepolo

YOGA

Questa variante è ideale per le donne in gravidanza in quanto favorisce l’apertura del perineo e la sua elasticità. Inoltre, aumenta il diametro interno del bacino, in modo da velocizzare il parto. Per farla, sedetevi sui talloni, allargate le gambe e poggiate i palmi a terra, flettendo il busto verso il pavimento. Cercate di toccare terra con la fronte ma va bene anche se vi fermate prima.

Posizione seduta ad angolo

YOGA

Sedetevi a terra, sul tappetino, e allargate le gambe più che potete. A questo punto abbassatevi pian piano fino a toccare terra con i palmi. Questa posizione distende la schiena, ma è utile anche per gli arti inferiori gonfi. Per facilitare il movimento, potete farlo poggiandovi contro un muro, in modo da avere un punto fisso su cui direzionare il corpo.

Continua dopo gli annunci…

Per quanto tempo va fatto yoga?

Lo yoga va bene in qualsiasi momento della gravidanza, dal primo all’ultimo trimestre. Ogni posizione va tenuta per 15-30 secondi ma è possibile prolungare qualora vi piaccia in particolar modo. Il consiglio è iniziare a fare yoga fin da subito, in modo da crescere abituarsi alle posizioni e creare un legame riflessivo con il proprio bambino. Attraverso la meditazione sarà semplice parlargli con il cuore, oltre che indurre tutta una serie di benefici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.