Vai al contenuto

Restare con i piedi per terra (ma sono i più belli!)

Accade che durante l’inverno trascuriamo i piedi. Così, quando arriva la bella stagione ci troviamo in difficoltà a mettere scarpe che li mettono in mostra. Andiamo dall’estetista a metterci la lacca duratura sulle unghie, ma non siamo soddisfatti. Eppure, quel sandalo aperto è meraviglioso! Peccato che con i piedi così “conciati” non possiamo permetterci di metterlo. Ebbene, no; è arrivato il momento di correre ai ripari. Basta un po’ di attenzione ed eviteremo quel senso di frustrazione.

Intanto, i piedi devono essere lavati giornalmente; settimanalmente dovremo porre particolare attenzione alle cure regolari per evitare calli, durezze e screpolature. Vediamo insieme come fare.

Come curare i piedi quotidianamente

Ispezionare entrambi i piedi dopo un pediluvio

Dedicate un momento particolare della giornata per un pediluvio e un piccolo massaggio affinché diventi un’abitudine. Cercate calli, vesciche, arrossamenti; se scoprite ferite che non guariscono subito, rivolgetevi a un podologo.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Lavare i piedi regolarmente

Usate acqua tiepida e un detergente delicato. Vanno benissimo la temperatura e i prodotti che usereste per un bambino. Non lasciate i piedi troppo a lungo a mollo e lavateli delicatamente.

Mantenere i piedi asciutti

Dovete asciugare i piedi accuratamente, con un asciugamano in fibra naturale, facendo attenzione ad asciugare tra le dita. Anche quando vai in vacanze di estate, cerca di asciugare sempre bene i piedi quando esci dall’acqua. Eviterai l’insorgere di infezioni!

Idratare i piedi ogni giorno

Usate una crema idratante di qualità e massaggiate il piede con movimenti circolari. Evita la zona delle dita per non lasciare umidità che potrebbe provocare infezioni. Partite dalla pianta del piede verso il tallone e poi agisci sul dorso e, infine lungo la caviglia fino al polpaccio.

Non eliminare calli e duroni

Non utilizzate la pietra pomice per disfarvi di qualche durone. Lasciate che vi controlli il vostro podologo prima. In caso, potete utilizzare cerotti per proteggere le zone danneggiate.

Non camminare a piedi nudi

Non camminate a piedi nudi. Può sembrare rinfrescante e potete avvertire un sollievo provvisorio nel disfarvi delle scarpe, ma potreste ferirvi o graffiarvi. Evitate problemi!

Le attenzioni settimanali alle nostre estremità inferiori

Come vi abbiamo accennato, basterà dedicare ai piedi una piccola routine di attenzioni ogni settimana per potere sfoggiare piedi da copertina!

Impacchi al miele

Gli impacchi al miele ammorbidiscono la pelle secca. Il miele è un rimedio naturale perfetto per prendersi cura della pelle secca, in particolare di quella delle zone del corpo più disidratate come i talloni. Sarà sufficiente applicare il miele su piedi e talloni, lasciare agire per 30 minuti e poi risciacquare con acqua tiepida.

Acqua al limone

Con l’aiuto del limone non avrete più talloni screpolati. Di fatto, questo apprezzatissimo agrume ha molte proprietà benefiche e rende la pelle liscia e setosa. Immergete i piedi in una bacinella con acqua calda e succo di limone per circa 15-20 minuti e vedrete come i vostri piedi ringraziano.

Sale e aceto contro il cattivo odore

L’aceto funziona benissimo per combattere il cattivo odore. Fate un pediluvio in acqua calda con mezza tazza d’aceto per ogni litro e lasciate i piedi in ammollo per circa 15 minuti. Risciacquate bene.

L’olio di cocco

L’olio di cocco rende la pelle morbidissima. Finite il tratatmento settimanale con un massaggio con olio di cocco.

Continua dopo gli annunci…

Vi resta soltanto prendervi cura delle unghie; è bene tagliarle regolarmente e applicarvi una lacca duratura. Scegliete i colori che si adattano alla vostra carnagione. Mantenere l’armocromia è importante.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.