Vai al contenuto

Shake proteico: fai il pieno di energie!

L’estate si avvicina, quale momento migliore per fare colazione o merenda con uno shake proteico? Gusto, energico e versatile, lo shake è sempre un buon motivo per fare pausa. Vediamo come prepararlo!

Come preparare un perfetto shake proteico

Lo shake proteico è un alleato essenziale per tutti coloro che seguono un regime alimentare equilibrato. Che sia a dieta ipocalorica o sotto allenamento, le proteine rappresentano un importante macronutriente capace di fare il carico di energie, ridurre il senso della fame e tenere sotto controllo le calorie. Sul web esistono moltissime ricette, alcune che miscelano polveri già pronte con acqua, altre con frutta e verdura fresca. Capiremo più avanti quale delle due opzioni sia meglio, ma nel frattempo, scopriamo come si prepara uno shake.

Il primo passo è scegliere un frutto e una verdura gradita, sminuzzarle a pezzettoni e tritarli in un frullatore. Versare un bicchiere di latte o di yogurt bianco, in quantità proporzionali al grado di cremosità desiderata. All’interno possono essere aggiunte spezie o piante aromatiche come cannella, foglie di menta, vaniglia e tutto ciò che ne migliora il sapore. Al termine, mettere in frigo e non dimenticare di scuoterlo prima di berlo in quanto le proteine tendono a depositarsi sul fondo.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Proteine in polvere o frullato fai da te?

Le proteine in polvere sono molto leggere, quindi facilmente assimilabili dal gastro-intestinale. Inoltre, sono facilissime da preparare risultando ideali per chi ha poco tempo e desiderare preparare uno shake completo con cui affrontare parte della giornata.

Il mercato mette a disposizione shake con proteine provenienti dalle uova, dal riso, dai piselli e dal salmone. Quelle delle uova (albumina) sono molto comuni e con un alto valore biologico. Le proteine del riso sono, invece, perfette per chi desidera uno shake vegano.

Continua dopo gli annunci…

Il frullato fatto in casa ha un sapore più buono, in quanto ogni singolo ingrediente viene deciso in maniera soggettiva. Proprio per questo risulta leggermente più pesante rispetto alle proteine in polvere, ma nulla di troppo esagerato. È possibile farlo con banane, fragole, kiwi, cetrioli, frutta esotica, ma anche verdure come spinaci e cavolo. Anche la frutta secca si presta molto bene, così come semi e chicchi di caffè da sgranocchiare alla fine. Da ricordare, però, che se all’interno vengono aggiunti elementi come miele, cioccolato e altri zucchero, lo shake diventa qualcosa di diverso!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.