Vai al contenuto

Storie di bellezza: i trucchi dell’Antica Grecia

L’Antica Grecia ha insegnato al momento come prendersi cura del proprio corpo. La società era fortemente improntata alla bellezza, lo dimostrano secoli di storia dell’arte. Ma quali erano i trucchi delle donne greche? Scopriamoli!

L’uso dell’olio di oliva

Nell’Antica Grecia era importantissimo l’olio d’oliva, usato per la cura della pelle e dei capelli. I greci antichi lo usavano come idratante per la pelle e per lucidare i capelli. Inoltre era l’elemento base per la creazioni di fantastici oli profumati. Immaginate svegliarsi al mattino ad Atene, aprire una piccola orcia di terracotta e spalmare l’olio su viso e capelli per prepararsi alla giornata.

Come creare la base trucco?

Non esiste trucco senza base, ecco perché le donne greche usavano una miscela di polvere di gesso e acqua per uniformare il viso e schiarire la pelle. L’ideale di bellezza del tempo era la pelle diafana, proprio come la dea Afrodite.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Il rossetto nell’Antica Grecia

Dall’alba dei tempi, le labbra rosse erano simbolo di femminilità, motivo per cui usavano polveri di colore rosso o rosato per creare il loro rossetto. La stessa polvere veniva picchiettata anche sulle guance, creando un blush arcaico che fungeva al suo ruolo: vivacizzare un volto ed evitare l’effetto cadavere dato dalla polvere di gesso.

L’amore per il kohl

Al pari degli antichi Egizi, il kohl era amatissimo tra le donne greche (e anche dagli uomini). Trattasi di una polvere nera ottenuta da minerali come il piombo o il carbone, veniva utilizzato per delineare gli occhi. Il senso? Aiutava a proteggere gli occhi dal sole e donava un aspetto affascinante.

Passione sopracciglia

Le sopracciglia non sono solo un’ossessione odierna, anche nell’Antica Grecia le sopracciglia erano scure e definite. A tal proposito, veniva utilizzato il kohl o una miscela di polveri per tingere le sopracciglia.

Hairstyle modello Atena?

Le statue greche ci danno un’idea della moda che vigeva ai tempi della Grecia antica. Uomini e donne avevano la fissazione per i ricci, specialmente la classe aristocratica che comprava parrucche elaborate e le acconciava in maniera molto sofisticata. Era un modo per differenziarsi dai ceti poveri, ma anche per sfoggiare fiori esotici e gioielli costosi incastonati tra le trecce dei capelli.

Bellezza delle mani e unghie

Ok, non esisteva la ricostruzione in gel, ma la cura delle mani era ugualmente importante. Le unghie venivano pulite e limate, mentre gli oli e gli unguenti venivano spalmati per idratare la pelle e mantenere le mani in salute.

E i denti?

Gli antichi Greci con i denti gialli? Giammai! L’igiene orale era fondamentale. Gli strumenti utilizzato erano degli spazzolini rudimentali e dentifrici a base di polveri abrasive come la cenere per pulire i denti.

Continua dopo gli annunci…

E voi? Conoscete qualche altro trucco utilizzato nell’Antica Grecia? Se sì, fatecelo sapere!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.